Giovedì, Ottobre 18, 2018
Martedì, 24 Aprile 2018 10:32

Genitori & Figli: Perfetti Sconosciuti?

Venerdì 27 aprile alle ore 18.00  vi invitiamo presso il Centro Aperto Polivalente per Minori e Famiglie di Gioia del Colle, in via Aldo Moro, per l'incontro "Genitori & Figli: Perfetti Sconosciuti?" durante il quale cercheremo di condividere insieme riflessioni riguardanti le relazioni di coppia e ciò che può renderle sane accompagnati da Gianvito Schiavone, psicoterapeuta della Cooperativa Sociale "Itaca" e consulente del progetto "Famiglie in Centro".
Vi proponiamo un'anteprima dei temi trattati:
Freud ha fatto un'importante scoperta che è l'inconscio; noi tutti siamo fatti per la maggior parte di questo mondo sommerso, ed è lì che si organizza la nostra esistenza, è lì che si  cooperano  sincronicamente tra di loro le energie quantiche e i bosoni.
Quando l'uomo è capace di entrare in  contatto ed in  sincronia con se stesso e gli altri, la vita procede. Spesso accade che un uomo e una donna non sono in grado di sincronizzarsi l'uno nei confronti dell'altra; in tali circostanze si creano onde che si oppongono e/o si scontrano.
Vi è una incapacità ereditata che non permette ad alcune persone di crescere e di individuarsi, negando loro la possibilità di assumersi responsabilità e di donare a cuore aperto il proprio amore. Un individuo si può sposare per bisogno e carenza affettiva rispetto alla famiglia di origine, attribuendo, nel rapporto di coppia, colpe al partner nel tentativo di poterlo cambiare.
Se due persone realmente adulte si guardano con amore e rispetto l'un l'altro (perché l'amore non può essere condizionato da qualcosa: l'amore è amore e basta), si amano senza aspettarsi qualcosa in cambio. Diversamente non si è in amore  e prima o poi la coppia va in crisi.
L' amore presuppone che non vi sia alcuna pretesa: questo è quello che dovremmo accettare per tornare alle nostre origini familiari, come uomini e donne grati alla vita.