Martedì, Dicembre 11, 2018
Domenica, 25 Febbraio 2018 20:58

Inaugurazione "La città Possibile"

La Città possibile nasce dalla collaborazione tra il Comune di Sammichele di Bari , il Centro Aperto Polivalente per Minori e Famiglie del Progetto "Famiglie in Centro", la Parrocchia S. Maria Del Carmine e le diverse associazioni operanti sul territorio di Sammichele di Bari.

VI ASPETTIAMO A SAMMICHELE DI BARI GIOVEDI' 8 MARZO ALLE ORE 16.30!
Grandi passi avanti per la nostra comunità, tante realtà che si incontreranno per dar vita a un'opportunità di crescita molto particolare!!!


Palazzo Pinto e la Chiesa di San Francesco da Paola, rappresentano due tra le più grandi risorse del
patrimonio culturale e artistico di Sammichele. L’idea è quella di rendere questi luoghi scenari di bellezza
attraverso un’offerta culturale, sociale e di offrire servizi e attività per la cittadinanza.
Creare spazi di aggregazione e socializzazione multigenerazionali, in grado di fungere da palcoscenico per
attività di carattere ludico sociale e culturale.
La città è tale se riesce a riconoscere e ospitare tutte le sue parti, se riconosce come proprie le sue parti
periferiche, le sue parti degradate e a farle dialogare con le parti più belle e consapevoli.
Questa è la base di una ‘economia civile’ scambio interumano basato sulla reciprocità piuttosto che sullo
scambio di merci. Nel valorizzare i beni comuni dobbiamo mettere in primo piano questa capacità di creare
nuovi significati, di rigenerare le cose. Questa operazione lascia nella città un’eredità che va oltre le cose: il
bene comune.
Tutte le proposte si rivolgono all’intera popolazione di Sammichele e prioritariamente:
• A persone con disabilità psichica o fisica, che hanno una difficoltà ad interagire con l’ambiente e
vivono in condizioni di minore autonomia nelle azioni della vita quotidiana e spesso di svantaggio nella
partecipazione alla vita sociale;
• Ad anziani che vivono in condizione di parziale autonomia e svantaggio sociale e che si trovano di
conseguenza, spesso, in condizioni d’ isolamento;
• A persone svantaggiate, sole, o in famiglie con fragili strumenti di sostegno;
• Ai bambine e bambini, in particolare a quei bambini che vivono situazioni di svantaggio sociale, a
rischio di devianza e di abbandono scolastico con supporti genitoriali carenti e fragili;
• Adolescenti e giovani;
• A nuclei familiari in condizione di difficoltà.
Verranno proposte attività educative e ludico ricreative:
• giochi di gruppo;
• laboratori artistici, disegno, pittura, bricolage, decupage
• laboratori informatici;
• cineforum tematici;
• laboratori di musica.
• Laboratorio di ortoterapia
• Sostegno psicologico (in collaborazione con il CAP)
• Mediazione familiare (in collaborazione con il CAP)
• Sostegno alla genitorialità (in collaborazione con il CAP)